martedì 11 settembre 2012

La Fenice

16 luglio 2011



















Così con ogni tuo bacio
hai ucciso la mia anima,
Stappato con le tue bugie
questo mio cuore bastardo,
Estirpato dalla mia pelle sudicia
ogni emozione che poteva trasudare,
Quando pregavo un amore di carta
come un falso dio all'inferno.
Fottuta in un lercio vicolo di periferia
tra i bidoni della spazzatura,
tra i sacchi di merda di una vita infame.
Ma sono ancora qui, in piedi, a testa alta 
a combattere una guerra senza speranza
ad uccidere fantasmi e zombi putrefatti
a cancellar dalla mia strada falsi dei
e puttane sanguinanti supplici di pietà
che a nessuno più concedo,
che nessuno per me s'è mosso.
Ti ho lasciato quel cuore morto
e il resto l'ho buttato nel cesso
in attesa che Morte s'appresti
a tirar l'acqua ripulendo tutto.
Ricorda:
quando uccidi un angelo,
nasce sempre un demonio.

Nessun commento:

Posta un commento