martedì 11 settembre 2012

Il cammino di Morte

23 giugno 2011

















Uccidi i tuoi sogni uno ad uno,
estirpa dal tuo cuore ogni speranza
e, forse, se riuscirai a sopravvivere
potrai camminare al mio fianco
sopportare il devastante vuoto del mio essere
nutrirti del mio nero sangue.
Dimentica ciò che in questa vita hai appreso,
rimuovi dalla tua mente ogni umana emozione
perchè il mio passo calca terre sconosciute,
un tempo coperte da candidi manti
ora imbevute di putrido sangue,
perch'io conosco dolori ch'uomo alcuno
non potrebbe nemmeno immaginare.
Abbandona il tuo folle intento
di voler seguire chi in vita dannato
ha preso a tener dietro alla Morte.
Ora son io Morte.
Misera sorte t'ha atteso nei tuoi giorni,
privazioni e orrori han visto i tuoi occhi,
ma vendetta alcuna non ti darà sollievo.
E sia dunque, un passo dietro l'altro,
ripercorri il mio infelice cammino.
Morte dopo morte,
mieterai anime colpevoli e pure innocenti,
fino a dimenticar ogni umana sentenza
che qui più di nessun peso ormai contan.
Vita dopo vita,
respiro dopo respiro,
come feci anch'io,
tu stesso diverrai Morte.

Nessun commento:

Posta un commento